Certificazione SQNPI e Cantine Cooperative, webinair il 13 maggio

Giovedì 13 maggio 2021 alle ore 10.00 si terrà online il webinar “La sostenibilità nel mondo delle cooperative vitivinicole, le prospettive alla luce dello Standard unico di sostenibilità”, un’occasione per chi fa parte del mondo cooperativo in ambito vitivinicolo per far luce e chiarezza sul prossimo Standard unico nazionale per la sostenibilità del settore.
 
All’evento, organizzato dall’Alleanza Cooperative Italiane - Settore Agroalimentare, interverranno Valentina Sourin, Responsabile settore vitivinicolo Legacoop Agroalimentare, Stefano Sequino, Responsabile settore vitivinicolo Fedagripesca Confcooperative, Laura Ricci di Studio Vispa e Luca Rigotti, Coordinatore Settore Vitivinicolo Alleanza delle Cooperative Agroalimentari.
L’obiettivo principale sarà quello di introdurre lo schema e i contenuti di questo nuovo standard e altresì quello di comprendere qual è il ruolo che ricopre lo standard SQNPI in merito alla sua definizione e al suo ottenimento.
 
 
SQNPI come base su cui poggerà lo standard unico nazionale
 
L’SQNPI (Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata) è uno standard di qualità volontario introdotto nel gennaio 2016 dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con lo scopo di migliorare la difesa e le tecniche agronomiche delle colture, tra cui quelle viticole. 
Con riferimento al settore cooperativo vitivinicolo, in particolare, quando si parla di questo standard si fa contemporaneamente riferimento ad un sistema di gestione, ad un marchio e ad una garanzia di qualità ministeriale di produzione integrata per la sostenibilità settoriale a 360 gradi.
L’SQNPI, infatti, si prefigge in tal senso il raggiungimento di diversi obiettivi
  • la diffusione di una cultura della sostenibilità tra i soci viticoltori;
  • l’introduzione di innovazione tecnologica attraverso sistemi informativi che raccolgano i dati e ne permettano la rielaborazione;
  • l’ottenimento di risultati relativi alla riduzione degli impatti ambientali, all’aumento della sicurezza alimentare e alla salubrità dei prodotti su ampia scala; 
  • l’ottimizzazione dei costi per l’ottenimento della certificazione sulla produzione di uve e vino;
  • l’attribuzione di valore alla produzione integrata, configurandosi come strumento centrale per l’autocontrollo, il monitoraggio dei risultati e il miglioramento continuo della qualità delle produzioni;
  • l’introduzione e il rafforzamento degli obiettivi di autocontrollo nei confronti della base sociale; 
  • la diffusione di un marchio di qualità sostenibile secondo delle linee guida del Ministero.
 
Date le peculiarità e gli obiettivi che si prefigge di realizzare, l’SQNPI sarà la base sui cui poggerà lo Standard unico nazionale.
 
Se vuoi saperne di più, iscriviti all’evento!
L’iscrizione è gratuita al seguente link.