PRIMI TRE WEBINAR, AGROECOLOGIA, MULTIFUNZIONALITÀ AGRICOLA E TURISMO SOSTENIBILE

Nella giornata di mercoledì 27 gennaio 2021 si sono conclusi i primi tre appuntamenti del ciclo di webinar di Trame di Natura, progetto di disseminazione culturale promossa dal Parco Fluviale della Sarca corso e coordinata da Studio Vispa.
In questi primi incontri online esperti, soggetti che vivono e operano all’interno del Parco Fluviale e soggetti esterni sono intervenuti raccontando le proprie esperienze in relazione alle tre principali tematiche trattate: l’agroecologia, la multifunzionalità agricola e le produzioni agroalimentari dal punto di vista del turismo sostenibile.

 

Agroecologia: l’agricoltura possibile nel rispetto integrale dell’ambiente

Nel primo webinar si è discusso su come è necessario svolgere attività agricole in montagna preservando al contempo le risorse naturali, concetto alla base dell’approccio dell’agroecologia. All’incontro è intervenuto Fabio Caporali, professore presso l’Università della Tuscia, che ha spiegato qual è il ruolo che l’agricoltura ricopre in riferimento al contesto sociale, economico ed ambientale anche delle aree di montagna, sottolineandone la grande rilevanza e influenza. Sono, poi, intervenuti Manuel Cosi della Azienda agricola Fattoria Antica Rendena, Leonardo Pisoni dell’Azienda Agricola Maso Pisoni e Oscar Cherotti dell’Azienda agricola Misonet che hanno riportato le proprie esperienze agricole innovative legate alla zootecnia che coniugano la valorizzazione delle specificità del territorio con il rispetto e la tutela delle sue risorse naturali. Infine, ha raccontato la propria cronistoria aziendale in merito anche Giancarlo Bongiolatti dell’Azienda agricola La Taiada di Berbenno di Valtellina in provincia di Sondrio.

Multifunzionalità agricola: espressione del valore dell’agricoltura di montagna

Durante il secondo incontro online il focus è stato posto su quelle che sono le diverse funzioni che la pratica agricola può svolgere oltre a quella produttiva, denotando il concetto di multifunzionalità agricola. In apertura Geremia Gios, professore presso l’Università di Trento, ha messo in rilievo come questo concetto abbia modificato e stia modificando la concezione che si ha dell’agricoltura sia a livello macroeconomico che microeconomico e come, grazie al medesimo, la pratica agricola sia sempre più considerata una generatrice di valore. A seguire, sono intervenuti Omar Bernardi dell’Agriturismo B&B Casariga e Giuseppe Pedrotti dell’Azienda agricola Gino Pedrotti del territorio del Parco Fluviale e Nicolò Quarteroni dell’Agriturismo Ferdy Wild di Lenna in provincia di Bergamo che hanno raccontato come le proprie aziende praticano la multifunzionalità e qual è il valore che la medesima gli ha generato, nonostante il molto impegno e la molta dedizione che essa richiede.

 

Interpretare le produzioni agroalimentari in ottica di turismo sostenibile
Nel terzo webinar è emerso come il turismo, se sostenibile, possa rappresentare un mezzo per la valorizzazione delle produzioni agricole di un territorio. A conferma di questa tesi Umberto Martini, professore dell’Università degli Studi di Trento, ha sottolineato come il turismo non sia da considerare solamente un prodotto da acquistare ma anche un’esperienza da vivere all’interno del luogo in cui ci si reca e come le attività agricole possano contribuire in diversi modi alla creazione di questa esperienzialità. In seguito, Maura Gasperi e Paolo Ferrazza, a testimonianza di ciò, hanno riportato le rispettive esperienze del Cammino di San Vili e dal lavoro svolto dall’Associazione Pescatori Alto Sarca in relazione alla gestione dell’attività di pesca nelle acque fluviali, mettendo in rilievo anche come delle attività turistiche sostenibili abbiano indirettamente promosso le produzioni agroalimentari del territorio. Infine, Irma Visalli ha parlato, in qualità di coordinatrice, del Progetto della rete dei prodotti e produttori di qualità delle Dolomiti Unesco che mette al centro persone, paesaggio e prodotti per la valorizzazione delle produzioni locali.

 

Non perdetevi il prossimo appuntamento online “Cittadini e consumatori: quale valore al consumo dei prodotti locali” che si terrà mercoledì 3 febbraio alle ore 17.00 sulla piattaforma Eventbrite (iscrizione gratuita) o in diretta Facebook sulla pagina del Parco Fluviale Sarca.