COMUNITÀ VIRTUALI, 6° WEBINAR DI TRAME DI NATURA

Mercoledì 17 febbraio si è ufficialmente concluso il ciclo di webinar di Trame di Natura, progetto di disseminazione culturale promosso dal Parco Fluviale della Sarca e coordinato da Studio Vispa. Durante l’ultimo appuntamento è stato affrontato il tema delle comunità virtuali andando ad indagare quali sono gli strumenti per la loro creazione, i limiti e le opportunità legate al loro sviluppo e le modalità attraverso le quali interagiscono con le comunità fisicamente presenti su un territorio.

 

In apertura ad intervenire in qualità di esperto è stata Francesca Forno, prof. associato del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell'Università di Trento, che ha posto l’attenzione sulle cosiddette “reti alimentari alternative” (alternative food networks – AFNs), delle reti di relazioni reali di diverso genere (GAS, CSA, Empori di Comunità), da cui l’e-commerce ha ripreso molto, che possiedono un grande potenziale in termini di contrasto alle esternalità negative associate alla filiera agroalimentare ma anche una complessità che necessita del supporto pubblico per essere superata.
A seguire, sono state presentate tre diverse esperienze legate alla creazione di piattaforme e sistemi di rete che hanno permesso la nascita di comunità virtuali d’acquisto.
La prima, raccontata da Davide Menguzzato, è stata Campo Digitale, una piattaforma e-commerce nata di recente per portare i prodotti a km zero dei piccoli produttori locali nelle case ma anche per educare le persone ad un consumo responsabile che genera valore al territorio attraverso la creazione di relazioni stabili.
La seconda, di cui ha parlato Paola Fontana del Servizio Sviluppo Economico del Comune di Trento, è stata il Progetto Nutrire Trento, nato nel 2016 dalla collaborazione tra il Comune e l’Università con gli obiettivi di promuovere un consumo consapevole e una produzione sostenibile e di ridurre la distanza tra produttore e consumatore grazie al supporto delle tecnologie digitali da considerare un mezzo per favorire la partecipazione e la collaborazione.
Da ultimo, Fabrizio Veronesi, architetto della Comunità lombarda della Valle Trompia, ha introdotto “Valli Smart”, il driver del Progetto Valli Resilienti che si occupa specificatamente di iniziative di digitalizzazione anche per sperimentare nuove forme di autorganizzazione. In questo contesto, a conclusione dell’incontro, è intervenuta Giulia Corsini, Vicepresidente della Cooperativa di Comunità LINFA, che ha parlato della piattaforma Linfa, un e-commerce da considerare altresì una piattaforma territoriale in quanto offre anche servizi di vario genere a chi vive in Valle Trompia e Valle Sabbia al fine di creare e dare valore a tutto ciò che è presente sul territorio.

Ricordatevi di apportare il vostro contributo al progetto compilando il seguente questionario online:

https://forms.gle/hkNNZTFEiAJ7HMvv5

Occuperà solo pochi minuti del vostro tempo!!