Comunità intraprendenti, 5° webinar di Trame di Natura

Mercoledì 10 febbraio 2021, si è svolto il penultimo webinar di Trame di Natura, progetto di disseminazione culturale promosso dal Parco Fluviale della Sarca e coordinato da Studio Vispa. Un appuntamento denso di interventi in cui si è indagato come gli abitanti di un territorio si possono autorganizzare al fine di promuovere uno sviluppo socio-economico locale sostenibile.

In apertura, Jacopo Sforzi, ricercatore presso Euricse, ha introdotto il concetto di “comunità intraprendenti”, modelli di sviluppo unici e innovativi, fortemente caratterizzati dal contesto in cui si inseriscono, che nascono dall’autorganizzazione di una comunità che vuole soddisfare i propri bisogni in modo collettivo e vengono definiti “intraprendenti” in quanto sfidano i modelli tradizionali con soluzioni alternative. 
A seguire, sono state presentate diverse esperienze territoriali ed extraterritoriali di autorganizzazione che, partendo dal basso, sono riuscite a generare del valore condiviso attraverso la collaborazione. La prima è stata quella di Carlo Rosà dell’Azienda Agricola Maso Giare che ha parlato del progetto “La cesta del maso”, nato per dare continuità al progetto “Dalla Terra alla Tavola”, che ha messo in rete i piccoli agricoltori virtuosi del territorio per farli dialogare tra loro al fine di definire delle strategie comuni di sviluppo e per promuovere la filiera corta mettendoli a contatto con la clientela locale. La seconda è stata quella di Tiziano Salvaterra, Presidente di Orizzonte Giovani Cooperativa di Comunità, che ha discorso in merito alla sua Cooperativa di Comunità, definendo le peculiarità di questa forma di organizzazione socio-economica che nasce e opera sul territorio ma collabora anche con realtà esterne al fine di apportarvi un valore che sia condiviso e sostenibile. Poi, Stefano Ramazza, referente di CSA Arvaia, ha riportato l’esperienza della Comunità che Sostiene l’Agricoltura del Comune di Bologna, un progetto di autoproduzione agricola tra produttori e consumatori che permette di generare esternalità positive sia sull’ambiente che sulla società che vi partecipa. Da ultimo, Massimiliano Monetti, presidente di Confcooperative Abruzzo, ha presentato il progetto Borghi In, un’iniziativa di Cooperative di Comunità nate nei piccoli borghi abruzzesi che si sono unite in rete per svolgere un’azione sempre più strutturale e strutturata al fine di aumentare la qualità della vita di chi abita nei territori.

Non perdetevi l’ultimo appuntamento online “Reti, tecnologie e nuove comunità”, che si terrà nella giornata di mercoledì 17 alle ore 17.00 sulla piattaforma Eventbrite (iscrizione gratuita) o in diretta Facebook sulla pagina del Parco Fluviale Sarca.

Ricordatevi anche di apportare il vostro contributo al progetto compilando il seguente questionario online:

https://forms.gle/hkNNZTFEiAJ7HMvv5

Occuperà solo pochi minuti del vostro tempo!!